Biodanza: il sentiero verso l’allegria di vivere

Letteralmente “danza della vita”, dal prefisso greco “bios” che vuol dire vita e dalla parola di origine francese “dance” che significa movimento naturale carico di emozioni, è un sistema di integrazione psico-motoria e di rinnovamento organico il cui obiettivo è risvegliare e sviluppare, attraverso una metodologia, le potenzialità umane rimaste inespresse.

È un invito a ritrovare la gioia di vivere. Attraverso esercizi, generati dalla musica e dalla danza, l'incontro con l'altro, il contatto con il proprio sentire più sano, il sorridere, l'emozionarsi, riscopriamo la spontaneità del nostro movimento corporeo che non è altro che la manifestazione delle qualità espressive innate.

Nata negli anni ’60 dalla ricerca e dall’esperienza di Rolando Toro Araneda, psicologo e antropologo cileno, la Biodanza si ispira alle più recenti scoperte delle neuroscienze e delle scienze umane e offre uno stimolo continuo a muoversi con gioia, a percepire i propri ritmi naturali, a recuperare il piacere di stare bene con gli altri, ad esprimere con naturalezza le proprie emozioni ed avere fiducia in se stessi il tutto per elevare il grado di salute del corpo a livello fisiologico e migliorare la capacità di reagire agli stimoli esterni.

Secondo la tesi di Rolando Toro, creatore del Sistema Biodanza, la salute di ciascun individuo passa attraverso lo sviluppo e l’integrazione di tutte le potenzialità genetiche, di cui ogni individuo è dotato fin dalla nascita, da lui definite linee di vivencia, il cui sviluppo è legato ai primi stimoli ed emozioni ricevuti nella primissima infanzia.